Benvenuti nel Sito Ufficiale

dell'Arcidiocesi di Palermo sul

Beato Padre Pino Puglisi

Beato Giuseppe Puglisi

nel XXV Anniversario del Martirio del

Papa Francesco

Visita pastorale di

15 settembre 2018

Beato Padre Pino Puglisi

In evidenza

Incontro con le scuole: Padre Puglisi testimone di valori

/
Incontro e confronto sul metodo educativo di Padre Puglisi nei contesti scolastici, attraverso le testimonianze dirette di persone vicine al sacerdote: allievi che hanno seguito in prima linea la sua attività pedagogica e volontari che ne stanno proseguendo l'impegno sul territorio.

Una giornata al Centro Parrocchiale di Accoglienza “Padre Nostro”

Una giornata al Centro Parrocchiale di Accoglienza "Padre Nostro"

Inaugurato a Modica bassa, un 'punto' vendita nel nome di don Pino Puglisi

/
Maurilio Assenza: «Solidarietà che nutre» Inaugurato, a Modica bassa, un 'punto' vendita nel nome di don Pino Puglisi Focacceria, dolceria, libri, ricami e prodotti del territorio.

Inaugurato a Godrano il Museo Beato Giuseppe Puglisi

/
Il 3 Settembre a Godrano è stato inaugurato da Mons. Corrado Lorefice il Museo "3P" Poco prima inaugurata pure la cappella intitolata al Beato Giuseppe Puglisi. A conclusione della giornata presentato il percorso naturalistico sulle orme di 3P.

A Godrano Museo Beato Giuseppe Puglisi

Il 3 Settembre alle 16:30 a Godrano inaugurazione del Museo Beato Giuseppe Puglisi alla presenza di S.E.R. Mons. Corrado Lorefice

Manifestazioni nel XXVI anniversario del martirio del Beato don Giuseppe Puglisi

/
Programma delle numerose manifestazioni in occasione del XXVI anniversario del martirio del Beato don Giuseppe Puglisi

Hanno scritto su 3P

Hanno scritto su 3P

In questa sezione sono raccolti i numerosi saggi, scritti, riflessioni che sono state fatte su Padre Pino Puglisi

Atti dei processi

/
Dalle motivazioni della sentenza: "Emerge la figura di un prete che infaticabilmente operava sul territorio, fuori dall'ombra del campanile... L'opera di don Puglisi aveva finito per rappresentare una insidia e una spina nel fianco del gruppo criminale emergente che dominava il territorio, perché costituiva un elemento di sovversione nel contesto dell'ordine mafioso, conservatore, opprimente che era stato imposto nella zona, contro cui il prete mostrava di essere uno dei più tenaci e indomiti oppositori...

Il cortile della legalità: Pino Puglisi

/
34°Convegno Nazionale delle Caritas Diocesane Nel cortile della legalità c’è gente che parla e si ferma alle parole, c’è gente che invece si espone e dona la vita.

Mafia e Martirio di Bartolomeo Sorge S.J.

/
Don Puglisi, in virtù del suo sacrificio, ormai non appartiene più al quartiere Brancaccio, né solo a Palermo e alla Sicilia. Appartiene alla Chiesa universale. La sua vicenda, non è più soltanto personale, ma si inscrive nel contesto più ampio dei «segni dei tempi», che orientano profeticamente il cammino della comunità cristiana in questa transizione verso il terzo millennio.

Dialogo immaginario tra Rosalia (la Santa) e Pino (il Beato)

/
In occasione della festa di Santa Rosalia, patrona di Palermo, Francesca Picciurro ha composto questo dialogo in siciliano immaginario tra Santa Rosalia e il Beato Puglisi

I tre amori di 3P: Gesù, la Parola, i poveri

/
L’autore di questo articolo, P. Mario Torcivia, studioso e docente di teologia spirituale, ci mette a contatto con la viva voce del prete palermitano, riportando alcuni suoi interventi. Da essi traspare la sua fede nella Provvidenza, nell’uomo, in Gesù e nella sua Parola. Le parole da lui pronunciate sulla testimonianza cristiana sono profezia del suo martirio.

Ucciso in odium fidei

/
di Giovanni Bonanno
E' il primo martire della mafia. Lui elevato dalla chiesa agli onori dell’altare. La mafia condannata dalla chiesa all’abominio per ateismo sanguinario. (di Giovanni Bonanno)

Messaggio dei Vescovi di Sicilia a Noto (23 aprile 2013)

/
Le sue parole e soprattutto l’esemplarità della sua vita siano per tutti noi, uomini e donne di Sicilia, credenti o persone di buona volontà, uno stimolo per un rinnovato impegno sociale, civile e spirituale: “Non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati - scriveva ancora don Pino -. Si riparte ogni volta. Dobbiamo avere umiltà, coscienza di avere accolto l’invito del Signore, camminare, poi presentare quanto è stato costruito per poter dire: sì, ho fatto del mio meglio. Le nostre iniziative e quelle dei volontari devono essere un segno. Un segno per fornire altri modelli, soprattutto ai giovani. Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto. . . ”.

Lorefice: Puglisi compagno di viaggio della nostra Chiesa

/
Meditare sulla Evangelii Gaudium del Papa e rileggerla alla luce dell'insegnamento di padre Pino Puglisi: con questo tema la Chiesa di Palermo si è riunita e ha messo all'ordine del giorno la presenza del Beato e la fecondità del suo insegnamento.

Don Pino Puglisi: lampada che risplende

/
di Carmelo Cuttitta, Vescovo ausiliare di Palermo. Un vero discepolo è come una lampada posta sul candelabro, ci ricorda l’evangelista Matteo. Vogliamo guardare ora ad una lampada che, posta sul candelabro, ha fatto luce nella casa, anzi nella Chiesa di Palermo, in terra di Sicilia e nella stessa Italia: don Pino Puglisi.

Mafie e Chiesa di Nicola Fiorita

/
Da don Puglisi a mons. Bregantini: la sofferta nascita di una pastorale antimafiosa ... A seconda dei punti di osservazione è dunque possibile narrare una storia luminosa ed eroica del rapporto chiesa-mafie o una storia oscura e peccaminosa della medesima relazione.

Padre Puglisi e don Bosco, due educatori a confronto

/
Due esempi di educatori che hanno saputo parlare al cuore dei giovani.

P. Puglisi e la gioia di gridare «Abbà, Padre»

/
di Maria Lo Presti Mentre ci avviciniamo alla celebrazione del venticinquesimo del martirio di p. Puglisi (15 settembre 2018), vogliamo mettere in evidenza l’amore per la Parola di Dio, che sapeva trasmettere. Lo faremo partendo dall’itinerario da lui proposto ai giovani per gli incontri di preghiera dell’anno 1986-87, centrato sul Padre nostro. Ognuno dei sei incontri mensili (da novembre ad aprile) era centrato su una parola o invocazione della prima parte del Padre nostro (Padre; Nostro; Che sei nei cieli; Sia santificato il Tuo Nome; Venga il Tuo Regno; Sia fatta la Tua Volontà).

Pino Puglisi: uno che ha saldato cielo e terra

/
di don Luigi Ciotti
Una spina nel fianco per una Chiesa chiamata più che mai, nell'attuale crisi mondiale, a saldare il Cielo e la Terra, la dimensione spirituale con l'impegno per la giustizia sociale.

Puglisi, un santino?

/
...scrivo ora, e scrivo con un certa tristezza, perché avvicinandosi la venuta del papa non vorrei che passasse come icona ufficiale una immagine di Puglisi trasformato in un “santino” di devozione. Era quello che non volevamo quando è iniziata la causa del riconoscimento del martirio. Si temeva che questo prete del coraggio quotidiano venisse separato dagli altri uomini uccisi dalla mafia i quali consapevolmente avevano sacrificato la loro vita per gli altri.

Diceva 3P

Campo: Signore insegnaci a pregare - II Condivisione e perdono

/
La preghiera sgorga da questa considerazione, sentirsi amati da Dio. In questa seconda parte 3P riflette sull'importanza del perdono, della misericordia, della tenerezza, della fedeltà... ... che sono i modi in cui Dio ci ama.

Omelia tenuta al corso di spiritualità ai giovani a Motta d'Affermo

/
Il tema affrontato è la comunione del giovane con il Cristo nella Chiesa, ed è rivolto proprio ai quaranta giovani intervenuti al corso di Spiritualità.

A chi testimoniare la speranza

/
A chi testimoniare la speranza? A chi ha rabbia nei confronti della società che vede; a chi è pieno di paure e di ansia; a chi è impaziente perché ciò che desidera tarda a realizzarsi; a chi è sfiduciato per le sue cadute. Si deve dare la speranza a chiunque chieda segni di amore.

Campo "Sì, ma verso dove?" - 2 - Ecco l'uomo: il Cristo

/
Gesù portatore di valori validi per tutti gli uomini. Gesù poi uomo, proprio uomo come tutti... sentimenti umani per esempio: tenerezza verso i bambini, sentimenti di angoscia, di paura e poi di sdegno per coloro che non rispettavano ambienti come il tempio. E già si vede questa paura-angoscia per quello che l’aspettava e chiede aiuto al Padre; ma si vede anche il suo profondo amore e la sua fiducia e la sua fede...

Appunti da un Convegno sulla formazione pastorale

/
Si tratta di un insieme di appunti–guida in cui il servo di Dio sintetizza, concetti utili per la formazione impartita al seminario. Padre Puglisi indica alcuni elementi per l’educazione dei sacerdoti che diventano testimoni di fede nella consapevolezza della loro identità ontologica ed operativa. Tra gli appunti è inclusa anche la bozza di una lettera (l’originale è allegata tra le testimonianze), che il servo di Dio scrive in risposta ad una donna chiamata affettuosamente “figliola”: è vicino alla sua pena ed offre preghiere e sacrifici in un incessante invito ad ancorarsi ai principi di fede, veri consolatori ed apportatori di pace e serenità. (Alcuni fogli sono su carta intestata dell’Istituto Roosevelt)

Il Signore sa aspettare

/
Il Signore sa aspettare Nessun uomo è lontano dal Signore. Il Signore ama la libertà, non impone il suo amore. Non forza il cuore di nessuno di noi. Ogni cuore ha i suoi tempi, che neppure noi riusciamo a comprendere. Lui bussa e sta alla porta. Quando il cuore è pronto si aprirà.

Ricordi e Testimonianze

L'oblatività fino al dono della vita di Maria Grazia Caprì

/
Maria Grazia Caprì (Assistente Sociale Missionaria) Come cristiani e come cittadini, diceva, continueremo a chiedere alle Autorità quanto è dovuto a questo quartiere, ma, in attesa, è inutile limitarsi ai lamenti; è necessario rimboccarsi le maniche per dar vita ad iniziative di promozione umana che accendano qualche luce in mezzo a tante tenebre!

Vivevi con santità le piccole cose di Antonio Raffaele

/
di Antonio Raffaele , Preside del Liceo V.E.II tratto da “La Comunità” periodico del seminario Arcivescovile di Palermo,Anno II, novembre 1993 "Te ne sei andato, Peppino, in silenzio, senza farci presagire che correvi gravi pericoli. Come sempre, senza fare sentire la tua presenza fisica."

Don Pisciotta: Quando nel ’65 l’amico Pino venne all’improvviso alla mia laurea…

/
Don Pino era sempre dolcissimo, attento, studioso e sempre sollecito nell'aiutare tutti i ragazzi

Il cammino di preghiera del secondo giovedi del mese

/
Esperienza della Chiesa che è in Palermo Per tutti quei giovani che P. Puglisi ha amato e rispettato, ha voluto il Cammino di preghiera perché stessero con Cristo, perché potessero incontrarsi con il Tu di Dio, perché in quella occasione unica, attraverso l’esperienza comunitaria, i segni, il canto, il silenzio, l’ascolto ma soprattutto la Parola potessero dare il colpo d’ala per orientare la loro vita in maniera sicura verso l’Amore vero.

da Caino e Abele di Lia Cerrito

/
da “Caino e Abele” – Quasi un recital di Lia Cerrito tratto dal n.20 del Mensile del Collegium dei Tarsicii di Palermo

Convegno Vocazionale Nazionale 2010

/
Nella “tenda della testimonianza”: narratori della vocazione. Roma 3-5 gennaio 2010 - Incontro di Preghiera Riflessione di S.E. Mons. Carmelo Cuttitta Vescovo ausiliare di Palermo “Il testimone della speranza deve presentare il messaggio della speranza a chi chiede giustizia, ripetendo che essa passa attraverso la Croce. Il testimone della speranza indica a chi è disorientato non che cosa è la speranza, ma Chi è la speranza. Testimone della speranza è quindi colui che, attraverso la propria vita, cerca di lasciare trasparire la presenza di Colui che è la sua speranza, la Speranza assoluta, ossia Dio”.

Iniziative e Manifestazioni

Incontro con le scuole: Padre Puglisi testimone di valori

/
Incontro e confronto sul metodo educativo di Padre Puglisi nei contesti scolastici, attraverso le testimonianze dirette di persone vicine al sacerdote: allievi che hanno seguito in prima linea la sua attività pedagogica e volontari che ne stanno proseguendo l'impegno sul territorio.

Inaugurato a Modica bassa, un 'punto' vendita nel nome di don Pino Puglisi

/
Maurilio Assenza: «Solidarietà che nutre» Inaugurato, a Modica bassa, un 'punto' vendita nel nome di don Pino Puglisi Focacceria, dolceria, libri, ricami e prodotti del territorio.

Inaugurato a Godrano il Museo Beato Giuseppe Puglisi

/
Il 3 Settembre a Godrano è stato inaugurato da Mons. Corrado Lorefice il Museo "3P" Poco prima inaugurata pure la cappella intitolata al Beato Giuseppe Puglisi. A conclusione della giornata presentato il percorso naturalistico sulle orme di 3P.

A Godrano Museo Beato Giuseppe Puglisi

Il 3 Settembre alle 16:30 a Godrano inaugurazione del Museo Beato Giuseppe Puglisi alla presenza di S.E.R. Mons. Corrado Lorefice

Media

La Mostra su padre Pino Puglisi

Tutti gli spaccati della vita nota e meno conosciuta di don Giuseppe Puglisi sono stati contenuti nei diciotto pannelli della mostra, che è stata inaugurata in Cattedrale nel giorno del 7° anniversario della sua morte. La mostra delinea una semplice traccia per far conoscere la figura di Padre Puglisi che amava firmarsi e siglare i suoi libri con 3P (Padre Pino Puglisi). Queste P sono diventate: P come Parola P come Povertà/Poveri P come "Parrinu"/Pane Eucaristico/Preghiera"

Papa Francesco e i giovani - 6ª puntata

/
Un minuto dell'incontro di Papa Francesco con i giovani a Piazza Politeama a Palermo in occasione del XXV del martirio di padre Pino Puglisi.

Presentato a TV2000 il musical su don Puglisi

/
Presentato nella trasmissione "Bel tempo si spera" di TV2000 il musical su don Pino Puglisi "L'Amore salverà il mondo" Ospiti Don Giuseppe Calderone, Paride Benassai e Enzo Paolo Turchi.

Papa Francesco e i giovani - 11ª puntata

/
Un minuto dell'incontro di Papa Francesco con i giovani a Piazza Politeama a Palermo in occasione del XXV del martirio di padre Pino Puglisi.

Vero e falso nel film "Alla luce del sole"

/
Tutto quello che avreste voluto sapere sul film "Alla luce del sole" di Roberto Faenza e nessuno vi ha mai spiegato... Nella foto Zingaretti-Puglisi a terra dopo l'agguato. Qui c'è gia una incongruenza importante: il delitto avvenne di sera e non "alla luce del sole". I vicini intervennero subito chiamando l'ambulanza e non ci fu il fuggi fuggi omertoso che si vede nel film....Ah la fiction!