Benvenuti nel Sito Ufficiale

dell'Arcidiocesi di Palermo sul

Beato Padre Pino Puglisi

Beato Giuseppe Puglisi

nel XXV Anniversario del Martirio del

Papa Francesco

Visita pastorale di

15 settembre 2018

Beato Padre Pino Puglisi

Clicca per il programma completo

Beato Giuseppe Puglisi

XXV Anniversario del Martirio del

Manifestazioni nel

e altro ancora...

In evidenza

La "Natività" rubata del Caravaggio simbolo anti-mafia

/
Lunedì 15 ottobre nella «Sala Vasari» della Cancelleria il dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale presenta le novità raccolte dalla Commissione parlamentare antimafia nella relazione sul furto della «Natività» di Caravaggio, avvenuto nell’Oratorio di San Lorenzo, a Palermo, nel 1969. L’incontro si svolge a un mese dalla visita di Papa Francesco a Palermo per onorare il Beato Giuseppe Puglisi e nell’anniversario del furto, e rientra «nelle attività per la giustizia, contro la corruzione e le mafie, della task force internazionale del dicastero denominata Michelangelo For Justice. Combattere la corruzione e la mafia con la cultura».

Testimonianza di sr Carolina Iavazzo a Modica

/
Suor Carolina Iavazzo a Modica per 'raccontare' don Pino Puglisi. “È morto col sorriso sulle labbra, il sorriso di chi è stato fedele a Dio e all'uomo”

Gli anni 60 e 70 - padre Puglisi e gli incontri che cambiano la vita

/
Questo video dedicato ai momenti vissuti ed alle persone più significative incontrate da P. Puglisi negli anni 60 e 70

Papa Francesco a Palermo - Video Promo

/
In questo video, realizzato dall'Ufficio per le comunicazioni sociali dell'Arcidiocesi di Palermo, dalla voce di Papa Francesco l'invito a seguire l'esempio di don Giuseppe Puglisi, a non avere paura di sognare cose grandi!

L'amore salverà il mondo - Padre Pino Puglisi il musical

/
Il primo musical su Padre Pino Puglisi
14 settembre a Piazza Politeama
16-17-18-19 al Teatro della Verdura

Attendendo la visita pastorale di Papa Francesco

/
Ci stiamo preparando ad accogliere con spirito di fede, di profonda gioia e di filiale e fraterna gratitudine Papa Francesco... Egli viene in Sicilia in visita pastorale nella ricorrenza del 25° dell’uccisione del Beato Martire Giuseppe Puglisi, «sacerdote del Signore, missionario del Vangelo, formatore delle coscienze e promotore della giustizia sociale» (Card. Salvatore Pappalardo). ... in questo contesto mi chiedo, con tutti voi, con i confratelli Vescovi, con i Presbiteri e i Diaconi: che cosa viene a fare il Papa il prossimo 15 settembre?

Hanno scritto su 3P

Lorefice: Puglisi compagno di viaggio della nostra Chiesa

/
Meditare sulla Evangelii Gaudium del Papa e rileggerla alla luce dell'insegnamento di padre Pino Puglisi: con questo tema la Chiesa di Palermo si è riunita e ha messo all'ordine del giorno la presenza del Beato e la fecondità del suo insegnamento.

Messaggio dei Vescovi di Sicilia a Noto (23 aprile 2013)

/
Le sue parole e soprattutto l’esemplarità della sua vita siano per tutti noi, uomini e donne di Sicilia, credenti o persone di buona volontà, uno stimolo per un rinnovato impegno sociale, civile e spirituale: “Non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati - scriveva ancora don Pino -. Si riparte ogni volta. Dobbiamo avere umiltà, coscienza di avere accolto l’invito del Signore, camminare, poi presentare quanto è stato costruito per poter dire: sì, ho fatto del mio meglio. Le nostre iniziative e quelle dei volontari devono essere un segno. Un segno per fornire altri modelli, soprattutto ai giovani. Lo facciamo per poter dire: dato che non c'è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche e costruire qualche cosa. E se ognuno fa qualche cosa, allora si può fare molto. . . ”.

I tre amori di 3P: Gesù, la Parola, i poveri

/
L’autore di questo articolo, P. Mario Torcivia, studioso e docente di teologia spirituale, ci mette a contatto con la viva voce del prete palermitano, riportando alcuni suoi interventi. Da essi traspare la sua fede nella Provvidenza, nell’uomo, in Gesù e nella sua Parola. Le parole da lui pronunciate sulla testimonianza cristiana sono profezia del suo martirio.

Il Buon Pastore offre la vita per le proprie pecore

/
Il Card. Arcivescovo S. De Giorgi richiama la Chiesa palermitana a guardare all'esercizio esemplare della missione di pastorale vocazionale di P. Pino Puglisi, per una feconda crescita dei ministeri, specie quello dell'annunzio della Parola. P. Puglisi, deve restare un modello a cui tendere per il suo servizio ministeriale di avvincente profilo pastorale e la sua amorevole offerta della vita.

Paola Geraci: ecco perché padre Puglisi era per Cristo a tempo pieno

/
P. Puglisi ha testimoniato che la paura di fare scelte coraggiose si può vincere solo fidandosi di Uno che può portare a dire sì, senza riserve, rispondendo alla chiamata che questo Uno-Amore fa sentire.

Dialogo immaginario tra Rosalia (la Santa) e Pino (il Beato)

/
In occasione della festa di Santa Rosalia, patrona di Palermo, Francesca Picciurro ha composto questo dialogo in siciliano immaginario tra Santa Rosalia e il Beato Puglisi

Vi racconto mio fratello Pino

/
Intervista a Gaetano Puglisi
Mio fratello parlava poco di chiesa con me, ma non per questo noi non eravamo felici della sua scelta, del suo impegno a Marinella di Selinunte le colonie estive coi ragazzi di Godrano, la pesca di sardine con la lampara, l’incidente con l’Itom...

Puglisi, un santino?

/
...scrivo ora, e scrivo con un certa tristezza, perché avvicinandosi la venuta del papa non vorrei che passasse come icona ufficiale una immagine di Puglisi trasformato in un “santino” di devozione. Era quello che non volevamo quando è iniziata la causa del riconoscimento del martirio. Si temeva che questo prete del coraggio quotidiano venisse separato dagli altri uomini uccisi dalla mafia i quali consapevolmente avevano sacrificato la loro vita per gli altri.

Hanno scritto su 3P

In questa sezione sono raccolti i numerosi saggi, scritti, riflessioni che sono state fatte su Padre Pino Puglisi

25 anni di te...il dono di don Pino Puglisi

/
Una riflessione di Maurilio Assenza sul XXV del martirio di Padre Pino Puglisi

Don Pino Puglisi, che sorrise al suo assassino

/
di Giancarlo Caselli
Guai se la sua beatificazione, invece di essere una piattaforma di rilancio dell’impegno comune, diventasse un comodo lavacro delle coscienze che faccia dimenticare le responsabilità di chi – ieri come oggi – lascia soli coloro che si impegnano.

La beatificazione di don Puglisi: una definitiva presa di distanza?

/
di Umberto Santino (“Nuova Busambra-Settembre 2013) Secondo un giudizio ampiamente condiviso la beatificazione di don Pino Puglisi del 25 maggio 2013 e le parole di papa Francesco nell’Angelus del giorno dopo, segnano una svolta nella storia dei rapporti tra mafie e chiesa cattolica o l’approdo di un lungo percorso, comunque un punto di non ritorno, una definitiva presa di distanza, una radicale alternativa tra vangelo e sentire e pratica mafiosi.

P. Puglisi e la gioia di gridare «Abbà, Padre»

/
di Maria Lo Presti Mentre ci avviciniamo alla celebrazione del venticinquesimo del martirio di p. Puglisi (15 settembre 2018), vogliamo mettere in evidenza l’amore per la Parola di Dio, che sapeva trasmettere. Lo faremo partendo dall’itinerario da lui proposto ai giovani per gli incontri di preghiera dell’anno 1986-87, centrato sul Padre nostro. Ognuno dei sei incontri mensili (da novembre ad aprile) era centrato su una parola o invocazione della prima parte del Padre nostro (Padre; Nostro; Che sei nei cieli; Sia santificato il Tuo Nome; Venga il Tuo Regno; Sia fatta la Tua Volontà).

Ucciso in odium fidei

/
di Giovanni Bonanno
E' il primo martire della mafia. Lui elevato dalla chiesa agli onori dell’altare. La mafia condannata dalla chiesa all’abominio per ateismo sanguinario. (di Giovanni Bonanno)

Mafia e Martirio di Bartolomeo Sorge S.J.

/
Don Puglisi, in virtù del suo sacrificio, ormai non appartiene più al quartiere Brancaccio, né solo a Palermo e alla Sicilia. Appartiene alla Chiesa universale. La sua vicenda, non è più soltanto personale, ma si inscrive nel contesto più ampio dei «segni dei tempi», che orientano profeticamente il cammino della comunità cristiana in questa transizione verso il terzo millennio.

Diceva 3P

Relazioni di 3P

Relazioni tenute dal Beato don Giuseppe Puglisi

Ho fatto del mio meglio

/
Ho fatto del mio meglio Bisogna cercare di seguire la nostra vocazione, il nostro progetto d'amore. Ma non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati. Si riparte ogni volta. Dobbiamo avere umiltà, coscienza di avere accolto l'invito del Signore, camminare, poi presentare quanto è stato costruito per poter dire: sì, ho fatto del mio meglio.

Temi da trattare durante un incontro di esperienza di riflessione vocazionale

/
Il documento in analisi è costituito da sette punti in ognuno dei quali il servo di Dio si pone dei quesiti.Per esempio, il dialogo con il Signore, la preghiera come mezzo per comunicare con Dio, la meditazione, la vocazione della chiesa, la riflessione sul popolo sacerdotale ed il sacrificio. Si evidenzia come il cammino percorso dal servo di Dio sia ricco di interrogativi al solo fine di attuare al meglio la volontà di Dio, anche attraverso un cosciente svolgimento delle proprie funzioni.

La sindrome del torcicollo

/
Molti oggi soffrono della "sindrome del torcicollo" perché continuano a voltarsi indietro, hanno paura del passato e non riescono a lasciarlo. Altri pensano, riflettono tanto, tanto, tanto da non muoversi mai. Alla fine restano con un piede in aria per la paura di fare un passo in avanti.

Campo: Signore insegnaci a pregare - II Condivisione e perdono

/
La preghiera sgorga da questa considerazione, sentirsi amati da Dio. In questa seconda parte 3P riflette sull'importanza del perdono, della misericordia, della tenerezza, della fedeltà... ... che sono i modi in cui Dio ci ama.

Il senso della vita

/
Il senso della vita Ognuno di noi sente dentro di sé una inclinazione, un carisma. Un progetto che rende ogni uomo unico e irripetibile. Questa chiamata, questa vocazione è il segno dello Spirito Santo in noi. Solo ascoltare questa voce può dare senso alla nostra vita

Ricordi e Testimonianze

Operaio del Vangelo di Lia Cerrito

dal n.20 del Mensile del Collegium dei Tarsicii di Palermo “La chiameremo… – guardò il fascicoletto del “Cenacolo del Pater” che gli avevo messo in mano in quel momento – ecco, la chiameremo “Padre nostro”.

Sacerdote del Signore di Vito Magno

/
«Per obbedienza e per amore» faceva ogni cosa gli fosse assegnata. ...E' certo un fatto: chi ha voluto eliminarlo aveva misurato a dovere il personaggio, poiché aveva capito che sacerdoti come don Puglisi, che non fanno rumore, ma la cui fibra spirituale è saldissima, riescono ad alzare steccati insormontabili di fronte al male, all’ingiustizia, alla menzogna, alla sopraffazione.

L'oblatività fino al dono della vita di Maria Grazia Caprì

/
Maria Grazia Caprì (Assistente Sociale Missionaria) Come cristiani e come cittadini, diceva, continueremo a chiedere alle Autorità quanto è dovuto a questo quartiere, ma, in attesa, è inutile limitarsi ai lamenti; è necessario rimboccarsi le maniche per dar vita ad iniziative di promozione umana che accendano qualche luce in mezzo a tante tenebre!

da Caino e Abele di Lia Cerrito

/
da “Caino e Abele” – Quasi un recital di Lia Cerrito tratto dal n.20 del Mensile del Collegium dei Tarsicii di Palermo

Testimonianze su 3P

In questa sezione sono raccolte alcune delle numerose testimonianze di chi ha conosciuto 3P.

Padre Puglisi maestro di preghiera di Maria Chinnici

/
3P è stato anche un maestro della preghiera. Maria Chinnici, sua amica e medico a Palermo, ha condiviso con padre Pino Puglisi un cammino di crescita e approfondimento spirituale: in questo articolo ricorda l'interesse del sacerdote per il corso di "meditazione profonda" del gesuita padre Mariano Ballester. E di come lo stesso padre Puglisi sia stato, dietro le quinte, tra i "motori" della scuola diocesana di preghiera. Il libro di Ballester ("Meditazione profonda e autoconoscenza") è tra quelli ritrovati in casa di Puglisi dopo la morte e oggi ospitati nella biblioteca del seminario di Palermo a lui dedicata.

Iniziative e Manifestazioni

Testimonianza di sr Carolina Iavazzo a Modica

/
Suor Carolina Iavazzo a Modica per 'raccontare' don Pino Puglisi. “È morto col sorriso sulle labbra, il sorriso di chi è stato fedele a Dio e all'uomo”

Educare con stupore, rigenerare la città incontro con sr Carolina Iavazzo

/
Mercoledì 26 settembre 2018 ore 19 Auditorium Pietro Floridia - Piazza Matteotti, Modica

Tu da che parte stai?

/
di Roberto Lopes Riflessione teatrale/musicale sugli ultimi istanti della vita di don Pino Puglisi

Non me lo aspettavo

/
Da un'idea di Nicolò Argento, Antonella Cappello, Salvo Piparo Domenica 23 Settembre sul piano della Cattedrale spettacolo dell'Opera dei Pupi su Padre Puglisi Con la partecipazione del Coro della Cattedrale

Media

Padre Pino Puglisi Testimone di Cristo tra i giovani -2 Parte

/
L'omicidio mafioso di padre Pino Puglisi Dalla trasmissione “ Detto tra noi “ di RAI2 , in collegamento con il Centro Padre nostro di Palermo, in questo filmato interamente realizzato da alcuni volontari, si racconta la storia dell'omicidio mafioso di P. Giuseppe Puglisi il 15 Settembre del 1993. In quel giorno il prete compie 56 anni. Egli riafferma, nel quartiere Brancaccio, una cultura della legalità, illuminata dalla fede. La sua attività pastorale ha costituito il movente dell'omicidio, i cui esecutori e mandanti sono stati arrestati e condannati.

3P. Il metodo

/
Come compagno di strada, assume su di sé i problemi degli ultimi

Padre Puglisi parroco a Godrano 1970-1978

/
Un breve riassunto degli anni in cui 3P fu parroco a Godrano: dal 1970 al 1978. ...Vivrà in una canonica detta "Colosseo" perché aveva sempre le porte aperte a tutti... Oggi Godrano custodisce nei suoi abitanti la memoria di quegli anni magnifici, consapevole, però, che sarebbero occorsi ancora alcuni anni per far germogliare i semi di speranza lasciati lì da quel giovane, coraggioso, prete

Umili origini e formazione di padre Pino Puglisi

/
In questo breve video le origini familiari e la formazione umana e spirituale di P. Pino Puglisi

Intervista all’Arcivescovo di Palermo su Padre Pino Puglisi e sulla venuta di Papa Francesco

/
Bisogna riconoscere in Padre Puglisi una missione nel fare il sacerdote nell’ordinarietà della vita, senza omissioni, ancorato a Cristo, e fiero di appartenergli e di amarlo nella sua gente e non trasfomarlo in una sorta di paladino dell'antimafia. ... Pino Puglisi è l'amante del Vangelo, innamorato del Vangelo, che se arriva nella vita degli uomini arriva sempre come una proposta di liberazione ed è una proposta che raggiunge tutto l'uomo .

Con te luce del mondo

/
Mostra realizzata da Sergio Natoli o.m.i. nell'aprile del 2013 in occasione della beatificazione di Padre Pino Puglisi ed esposta nella Cattedrale di Palermo per un lungo periodo. In questo video le immagini sono accompagnate da musiche di Sergio Natoli.